Inaugurata a Cosenza la nuova illuminazione di Piazza Parrasio in omaggio a S.E. Monsignor Giovanni Checchinato

Al termine della cerimonia di imposizione del Pallio all’arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Monsignor Giovanni Checchinato, avvenuta per  mano del Nunzio Apostolico, Sua Eccellenza Monsignor Emil Paul Tscherrig, il sindaco di Cosenza, Franz Caruso ha inaugurato la nuova illuminazione di Piazza Parrasio a voler sottolineare il legame di collaborazione e di amicizia con la Chiesa cosentina e con il suo Padre Arcivescovo.
“Offriamo in dono a Monsignor Checchinato – ha affermato il sindaco Franz Caruso – l’accensione inaugurale della nuova illuminazione pubblica di Piazza Parrasio, che racchiude il cuore pulsante della città antica, dove ha sede il palazzo Arcivescovile,  in occasione dell’imposizione del Pallio, come segno del legame speciale che l’Amministrazione Comunale sta coltivando e vuole coltivare con il nostro Padre Arcivescovo. Riteniamo Monsignor Checchinato un dono che il Signore ha voluto concedere alla nostra città ed all’intera Arcidiocesi dopo la scomparsa dell’amato Monsignor Francescantonio Nolè. Don Giovanni Checchinato è una persona buona e colta, di grande umanità con il quale ed insieme al quale guardiamo al futuro della nostra comunità che vogliamo sempre più giusta, unita e solidale, capace di tendere la mano a chi è rimasto indietro, con un’attenzione puntuale verso i deboli e quanti soffrono una qualunque forma di disagio”.

“Per il bene comune – ha concluso il sindaco Franz Caruso – con Monsignor Checchinato continueremo ad operare, ognuno per le proprie competenze e responsabilità, ma sempre in stretta collaborazione in un impegno forte e coeso al fine di determinare nuovi e miglior percorsi di crescita e di equità”.

Il Primo Cittadino di Cosenza ha, quindi, posto l’accento sull’importante opera di rilancio e valorizzazione messa in campo per Cosenza Vecchia, in cui  la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, a partire dalla sua arteria principale, Corso Telesio, comprendendo  le diverse piazze e slarghi a marcata valenza storico-culturale e monumentale ed i vicoli che  lungo esso si aprono, è solo uno dei 22 cantieri, molti già aperti, che da qui a qualche mese, una  volta terminati i lavori, cambieranno volto al Centro Storico ed i cui benefici serviranno allo sviluppo economico e sociale dell’intera città e di tutta l’area urbana.

leggi anche..

I digital creators calabresi di Igers protagonisti alla Fiera internazionale ed al FestivaI sull’innovazione a Bologna

IgersItalia è partner della prima edizione bolognese di WMF – We Make Future. E la …