Efei Lab, la nuova sede di Rogliano è polo di formazione e cultura

A Rogliano apre Efei Lab, nuova sede nazionale di formazione e di certificazione nonché sede di esami; una struttura operativa di alto livello che vanta la disponibilità di personale competente e altamente qualificato. L’aula magna del nuovo centro avrà anche la funzione di auditorium per incontri dedicati ai temi della sicurezza e per iniziative culturali di vario genere. La sede sarà anche una mostra permanente di foto e materiale divulgativo relativo alle attività che Efei ha realizzato e continua a realizzare in tutta Italia. In esposizione anche gli annulli filatelici coniati da Efei in collaborazione con Poste Italiane.

Ci saranno le immagini che narrano la storia dei relatori che, nel corso degli anni, hanno partecipato ai nostri convegni. Tra gli altri: il magistrato e giurista Raffaele Guariniello; il dirigente del Ministero del Lavoro Domenico Santirocco; Romano Marmigi docente e formatore dell’Enea; il generale dei carabinieri Antonio Buccoliero; Corrado Rossitto, presidente del Ciu –  Unionquadri (Confederazione Italiana di Unione delle professioni intellettuali); Renata Polverini, già presidente della Regione Lazio; Claudio Durigon, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali dell’attuale Governo Meloni; Gianni Del Coco, docente universitario, Rspp (Responsabile servizio protezione e prevenzione) del pastificio De Cecco e dirigente Efei.

Tra le tante attività svolte vogliamo ricordare che Efei ha anche curato la formazione finalizzata al rilascio delle certificazioni sulla sicurezza del lavoro per docenti, personale amministrativo e studenti all’Isiss “Magarotto” di Roma, istituto statale di istruzione specializzata per sordi; nel caso specifico sono state formate oltre 300 persone. Per tale attività Efei ha ricevuto l’encomio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Un altro grande evento cui Efei è stato protagonista è stato anche il terzo congresso Esaarco tenutosi nella “Tenuta dei ciclamini” di Avigliano Umbro a Terni di cui è proprietario Giulio Rapetti in arte Mogol. Per l’occasione il grande paroliere ha tenuto una lectio magistralis sull’importanza della preparazione e della motivazione in ogni ambito professionale. Studio, formazione continua, desiderio di raggiungere mete sempre più ambite mossi da una sana competizione di fondo, estro e creatività fusi insieme e plasmati dal sapere: questa la ricetta per riuscire a impegnarsi e ottenere traguardi eccellenti che diano lustro non solo a se stessi ma che garantiscano sana crescita anche per la collettività. L’incontro con Mogol si è concluso con un momento musicale animato da una giovane artista all’epoca agli esordi e che, in questi ultimi anni, è diventata una big della canzone italiana per le sue riconosciute doti canore.

leggi anche..

Un calabrese ai vertici dell’ANAT

C’è anche un calabrese ai vertici dell’ANAT (Associazione nazionale agenti teatrali & spettacolo): si tratta …