“Amati sempre”, continuano le presentazioni del libro di Del Giudice insieme a Cribari. Successo di pubblico anche a Marano principato

Continua ad entusiasmare e coinvolgere il libro di Sergio Del Giudice, scritto insieme ad Ermanno Cribari, “Amati sempre”. Il bellissimo messaggio sociale arriva dritto al cuore. Così anche nella presentazione a Marano Principato, nel centro Baccelli tra opere d’arte e mostre. In un solo mese, il libro ha venduto più di mille copie.

Tra i relatori, oltre ovviamente agli autori, anche Simona Loizzo, intervenuta non in veste istituzionale, ma come grande e sincera amica di Del Giudice, la cui vicenda di malato oncologico ha seguito sempre da molto vicino. A coordinare il dibattito il sempre impeccabile Francesco Mannarino, capace di rendere un convegno una piacevole chiacchierata. Al Centro di Aggregazione Giovanile C. Baccelli, hanno porto i loro accorati saluti il Sindaco Pino Salerno e l’Assessore alla Cultura Lia Molinaro. Il pubblico pian piano si è fatto sempre più partecipe, sino ad emozionarsi al racconto di quello che si preannuncia la gran bella novità editoriale calabrese. Non solo: la Loizzo ha preannunciato la presentazione del libro alla Camera dei Deputati. Il bel viaggio così continua e da Marano Principato prende nuovo magnifico slancio, a partire dal commovente abbraccio tra l’autore e il parroco della comunità Don Fausto che ha concluso il magnifico evento.

Nel corso della presentazione, ancora una volta, un video commovente di Sergio e gli audio di alcuni stralci di “Amati sempre”, sapientemente letti da Mario Tursi Prato. “Siamo veramente inondati dall’affetto della gente. Raccontare il mostro che è stato dentro di me evidentemente serve alle coscienze di ognuno ed a sperare che il lieto fine, la speranza, le belle notizie arrivano. Sempre”, le parole al miele di Sergio Del Giudice.

leggi anche..

Il 27 maggio a San Fili la pièce “La fuga di Pitagora lungo il percorso del sole”

Nuovo e ultimo appuntamento della rassegna “Tutti a teatro – Viaggio nei generi teatrali” che …