Caruso: “Sulla città unica non prevalgano fretta e superficialità”

“Sullo studio di fattibilità per la città unica, il suo autore, affidatario diretto dell’incarico da parte della Regione, insiste nella elencazione di dati e modalità che difettano in maniera assoluta ed evidente di un profilo tecnico -scientifico”. Lo afferma il sindaco Franz Caruso che ribadisce massimo scetticismo ed enormi perplessità rispetto agli esiti dello studio di fattibilità sulla fusione dei Comuni di Cosenza, Rende e Castrolibero.
“Assai improbabile- prosegue il sindaco Franz Caruso – appare prima di tutto la previsione sulla riorganizzazione finanziaria del nuovo ente. Da quanto si apprende dalla stampa, si salta, inoltre, a piè pari, la richiesta di indicare la fonte legislativa e contabile del presunto finanziamento di 150 milioni di euro in dieci anni che, secondo lo studio di fattibilità, dovrebbe essere assicurato al nuovo ente. Mi auguro, comunque, che si eserciti davvero una azione interruttiva del percorso impostato dalla maggioranza di governo regionale. È auspicabile, infatti, che in sede di esame del Consiglio Regionale non prevalgano fretta e superficialità. Se così dovesse essere, quello della fusione sarebbe la risultante di un percorso avventuroso. Un modo utile soltanto ad estinguere gli attuali Comuni e a mettere in pista la municipalità di una nuova città che, così fatta, arrecherebbe solo danni ai cittadini ed ai territori interessati”.
“Continuo ad essere convinto che  non si può assolutamente sacrificare la validità della idea di Città Unica- conclude il sindaco Franz Caruso –  sull’altare degli interessi politicisti ed elettoralistici di chi pensa di strumentalizzare una forma di ingegneria istituzionale nella speranza di insediarsi alla guida del nuovo ente”.

leggi anche..

A Mendicino un partecipato incontro con protagonisti i giovani e la politica

Giovani che si mettono in gioco e che si ergono a protagonisti della vita sociale, …