Calabretta: “Il Tar conferma legittimità dell’operato di Arrical. Ora andiamo avanti con le riforme e la nuova Sorical”

“Il Tar Calabria con questa prima pronuncia sul ricorso del Comune di Cortale contro il decreto 60/2022 conferma la legittimità degli atti del Commissario di Arrical Bruno Gualtieri e il percorso di implementazione del servizio idrico integrato avvitato da Sorical. – afferma l’amministratore unico di Sorical Cataldo Calabretta.

“Avevamo più volte sostenuto che i ricorsi dei Comuni  – puntualizza Calabretta – non hanno ragion d’ essere, sono strumentali e finalizzati a rallentare un percorso che, dopo questa prima pronuncia, sarà ancora più celere, come da cronoprogramma. In pochi mesi stiamo recuperando decenni di ritardi, la Calabria ha bisogno di investimenti e per ottenerli e realizzarli, è necessario avere un gestore unico industriale. Nella nuova Sorical i sindaci saranno co-protagonisti insieme alla Regione. Ribadisco l’appello alla massima collaborazione istituzionale e ricordo agli amministratori locali che la Calabria è rimasta tra le ultime regioni italiane a non rispettare le norme nazionali ed europee del settore idrico”.

leggi anche..

Un calabrese ai vertici dell’ANAT

C’è anche un calabrese ai vertici dell’ANAT (Associazione nazionale agenti teatrali & spettacolo): si tratta …