Il sindaco Franz Caruso ha incontrato il dirigente scolastico Massimo Ciglio. Discusse le problematiche dell’IC “Spirito Santo-Via Roma”

Il sindaco Franz Caruso ha ricevuto a Palazzo dei Bruzi il dirigente scolastico dell’IC “Spirito Santo- Via Roma” Massimo Ciglio. Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato anche l’assessore ai LL.PP. Damiano Covelli, il consigliere comunale Francesco Graziadio ed il dott. Giuseppe Martino del settore LL.PP. del Comune, sono state affrontate le diverse problematiche che insistono sulle scuole facenti parte dello stesso istituto, con particolare riferimento agli spazi dedicati all’attività motoria degli alunni, attualmente del tutto insoddisfacenti. Parimenti è stata discussa la possibilità di portare avanti una politica scolastica del Comune capace di andare oltre gli interventi manutentivi e di erogazione dei servizi di mensa e scuolabus a cui è protesa l’Amministrazione Comunale guidata da Franz Caruso.
Il sindaco Franz Caruso si è quindi soffermato sulle criticità relative alla palestra del plesso della scuola primaria di via Roma, chiusa da ormai 5 anni, informando il dirigente scolastico di aver trovato in merito una soluzione adeguata. L’idea del Primo Cittadino è di affidare la ristrutturazione della palestra a terzi, prevedendo una gestione condivisa della stessa.  La proposta è stata accolta favorevolmente dal dirigente Ciglio che rispetto all’inagibilità della struttura, dichiarata tale per non conformità ai requisiti di antisismicità con provvedimento del Sindaco nel 2018, ha chiesto una nuova verifica tecnica che anche il primo cittadino ha ritenuto opportuno di far effettuare.
Nel corso della riunione è stata, poi, vagliata anche la possibilità di riqualificare l’area sportiva all’aperto del plesso della stessa scuola primaria di via Roma e del cortile della scuola di Piazza Cappello. Vagliata, inoltre, l’opportunità data dal Ministero di estendere il tempo prolungato, per il quale il Comune dovrà assicurare il servizio mensa e di scuolabus. Particolare attenzione è stata prestata, infine, alla possibilità di ampliare l’edificio scolastico “T. Campanella” di via Asmara che a partire dall’anno scolastico 2023/24, potrebbe diventare plesso ad indirizzo Montessori e ospitare così alunni compresi nella fascia 3-14 anni. Sul punto si è condivisa anche l’idea di operare insieme per realizzare a Cosenza, proprio a via Asmara, un Polo Scolastico esclusivamente ad indirizzo Montessori pubblico, diventando punto di riferimento anche per gli altri IC  per innovazione didattica.  Sarebbe l’unico in Calabria.
“La scuola ed il diritto allo studio – ha affermato il sindaco Franz Caruso – sono temi centrali nella mia azione amministrativa che, purtroppo, però, si scontrano spesso con le criticità economico/finanziarie enormi del Comune, che comunque stiamo gestendo nel migliore dei modi, e con le scarsissime risorse umane rimaste all’Ente. Ciononostante ci siamo posti obiettivi ambiziosi che vogliamo e possiamo raggiungere attraverso necessarie sinergie con il mondo scolastico cittadino. Una collaborazione, cioè, fondata sulla partecipazione e sull’ascolto. Per quanto mi riguarda, infatti, la scuola non rappresenta solo   un semplice servizio pubblico, bensì un bene comune collettivo che può e deve diventare uno dei motori per lo sviluppo complessivo della città”.

leggi anche..

Mese del benessere: il 13 maggio terzo appuntamento a Cosenza

Al suo terzo appuntamento, il Mese del Benessere, il ciclo di incontri sulla prevenzione promosso …