Progetto Nole Ospedale Locri, Calabrese: “Nostro obiettivo è riqualificare area oncologica”

“I dati presentati oggi dall’associazione Angela Serra sono frutto del lavoro di squadra che mira alla riqualificazione e rifunzionalizzazione del reparto di Oncologia. Il progetto è esempio di sinergia tra pubblico e privato che fan ben sperare. Perciò dobbiamo continuare a lavorare insieme”.

Lo ha detto l’assessore regionale al lavoro e formazione professionale, Giovanni Calabrese, intervenendo alla conferenza stampa dell’associazione Angela Serra, nel corso della quale è stato presentato il consuntivo 2023 del progetto Nole (Nuova oncologia Locri Epizefiri) per la riqualificazione e la rifunzionalizzazione dell’area oncologica dell’ospedale di Locri.

“Siamo consapevoli delle difficoltà e dei problemi atavici del nostro nosocomio – ha dichiarato Calabrese entrando nel merito della situazione in cui versa l’ospedale di Locri -. Li abbiamo affrontati e li continuiamo ad affrontare cercando, tutti insieme, le possibili soluzioni. In tal senso, voglio rivolgere un ringraziamento alla commissaria straordinaria, Lucia Di Furia, per l’impegno e la determinazione profusi. La presentazione del consuntivo, in presenza anche del direttore sanitario Giuseppe D’Ascoli, del sindaco della Città di Locri Giuseppe Fontana e del professor Massimo Federico dell’associazione Angela Serra, mette in risalto l’ottimo lavoro di squadra dell’associazione, dei cittadini e delle Istituzioni. Abbiamo tutti l’obiettivo della riqualificazione del reparto di Oncologia e, passo dopo passo, cominciamo a vederne i risultati”.

“Grazie alle tante donazioni dei cittadini, alle tante iniziative a favore del progetto e alla sensibilità del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, e di tutta la Giunta che ha deliberato un contributo di 500 mila euro, poi approvato anche dal Consiglio regionali, oggi il progetto Nole è realtà. Noi ci siamo – ha affermato infine l’assessore Calabrese – e auspichiamo di veder realizzato quanto prima un reparto all’avanguardia che possa permetterci di curarci sul nostro territorio”.

leggi anche..

Un calabrese ai vertici dell’ANAT

C’è anche un calabrese ai vertici dell’ANAT (Associazione nazionale agenti teatrali & spettacolo): si tratta …