Castrovillari, controlli sui centri di raccolta scommesse e giochi online

Nei giorni scorsi i militari della Compagnia Carabinieri di Castrovillari hanno svolto un servizio unitamente agli Ispettori dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Cosenza finalizzato a verificare il rispetto delle norme attinenti i centri scommesse e sale giochi del territorio.

Più nel dettaglio, dopo aver fatto accesso in diverse esercizi è stato controllato il possesso di tutte le autorizzazioni previste dalla normativa vigente al fine di tutelare il gioco lecito e responsabile da parte dei gestori, in un settore che, come noto, è interessato dalla movimentazione di ingenti somme di denaro.

All’esito delle attività, sono state accertate irregolarità all’interno di un noto centro scommesse di Castrovillari, dove due persone sono state deferite alla locale Procura per il reato di esercizio abusivo di giochi e scommesse. È stato accertato che, in assenza delle prescritte autorizzazioni di Pubblica Sicurezza, venivano accettate e raccolte delle scommesse su vari eventi sportivi – in particolar modo sul calcio – da parte di numerosi ignari avventori. Inoltre, è stata riscontrata la presenza di alcuni computer già connessi a dei siti di gioco online messi a diretta disposizione della clientela che, in maniera del tutto autonoma e difforme rispetto a quanto normativamente previsto, poteva così procedere ad utilizzare tali giochi previo pagamento del relativo costo di attivazione.

Gli apparati elettronici dai quali venivano effettuate le scommesse da gioco illecite sono stati sottoposti a sequestro penale, mentre gli altri computer, cd. “totem” in sequestro amministrativo, previa apposizione dei relativi sigilli.

Al proprietario sono state contestate anche sanzioni amministrative per un importo complessivo ancora da stimare, ma che potrebbe rientrare in oltre 100.000 Euro.

leggi anche..

“Non dire niente, che m’attaccanu”, sospeso collaboratore scolastico di Taurianova, indagato per violenza sessuale nei confronti di studentessa tredicenne

I Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, coordinati dal Procuratore Emanuele Crescenti e dal …